Home / MOTORI / Auto / Trent’anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible
Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Trent’anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

BMW celebra 30 anni di Cabrio, realizzando un modello “successore” in edizione limitata. Saranno soltanto in 300 i “piloti” di città a guidare la nuova BMW M4 Convertible Edition 30 Jahre.

La premessa di una storia

Trent’anni fa, la BMW M GmbH completò per la prima volta la sua gamma di modelli con un’automobile ad alte prestazioni open-top.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Giusto in tempo per l’inizio dell’estate del 1988, la BMW M3 Cabrio offriva agli appassionati delle corse automobilistiche la possibilità di godere anche all’aria aperta del fascino di un’auto sportiva progettata per l’uso quotidiano, ma con tecnologia motore e sospensioni comprovata da gara.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

BMW M4 Convertible Edition 30 Jahre

L’attuale successore, BMW M4 Cabrio (consumo di carburante combinato: 9,5-8,7 l/100 km, emissioni combinate di CO2: 218 – 203 g / km), è l’ultima interpretazione di questo concetto di veicolo.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

La tradizione vincente di questo modello e l’esclusività sono ora espresse in forma concentrata nella BMW M4 Convertible Edition 30 Jahre.

Questo modello, dicevamo, viene prodotto in una quantità limitata di 300 veicoli e portato sulla strada con il pacchetto M Competition.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Si tratta di una quattro posti open-top che entusiasma con i suoi 331 kW/450 CV, un sistema di scarico M Sport, una sospensione M adattabile con una specifica modalità SPORT e una configurazione estremamente sportiva del sistema di controllo della stabilità DSC e del differenziale Active M.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Le caratteristiche del design e dell’attrezzatura appositamente sviluppate garantiscono esclusività sia all’esterno che all’interno.

Caratteristiche uniche, aspetto distintivo

Per la BMW M4 Convertible Edition 30 Jahre è disponibile una scelta di due colori della carrozzeria impregnati di tradizione.

Il Macao Blue metallic fa riferimento al debutto della vettura ad alte prestazioni open-top di tre decenni fa.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Il Mandarin II uni ricorda il colore Dakar Yellow, disponibile per la seconda generazione della BMW M3 Cabrio.

Le caratteristiche standard per il modello di questa edizione includono i rivestimenti BMW Individual High Gloss Shadow Line per la cornice della griglia a doppio rene BMW, le branchie laterali M, la scritta del modello e le leghe leggere M forgiate che vantano un design a stella.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Le ruote da 20 pollici sono disponibili nel colore Orbit Grey opaco, creato esclusivamente per questa occasione.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Il rivestimento in pelle Merino, la cui combinazione di colori corrisponde alla carrozzeria del veicolo desiderata, ne caratterizza gli interni.

Con il colore esterno Macao Blue metallic, è possibile scegliere tra le combinazioni cromatiche bicolore Black/Fjord Blue e Black/Silverstone.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Le esclusive caratteristiche comprendono anche cuciture a contrasto sui poggiatesta e tappetini M con bordino nei rispettivi colori contrastanti.

Le superfici interne nere con cuciture a contrasto gialle sono offerte in abbinamento a Mandarin II uni, mentre le finiture interne nella versione Carbon Fiber sono di serie per tutte le varianti del modello.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Inoltre, la scritta 30 Jahre Edition è impressa sia sugli sportelli sia sui poggiatesta. Un sigillo sulla striscia di rifinitura interna nella zona del cruscotto lato passeggero vanta, oltre alla scritta “30 Jahre Edition”, il numero “1/300”, facendo riferimento alla serie limitata.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Cinque generazione di alte prestazioni all’aria aperta

La BMW M4 Convertible Edition 30 Jahre coniuga sportività e piacere di guida all’aria aperta: una “ricetta” che dura ormai da cinque generazioni di modelli.

Prima generazione

È un concetto di veicolo sperimentato in pista che, insieme a una tecnologia derivata direttamente dal motorsport, aveva già costituito la base dello stile di guida nella prima BMW M3 Cabrio.

Quel suo motore da 2,3 litri, a quattro cilindri e quattro valvole, con catalizzatore e 143 kW/195 CV di potenza, nonché la sua tecnologia unica di sospensione e un corpo aerodinamicamente ottimizzato (tra cui i passaruota prominenti) derivano tutti dalla berlina a due porte, ma era stata sviluppata esplicitamente per l’uso nelle corse automobilistiche da turismo.

Roberto Ravaglia, Wilfried Vogt ed Eric van de Poele avevano conquistato il mondo, nei campionati europei e tedeschi delle auto da turismo con la loro BMW M3 già durante la stagione 1987.

Anche la versione di serie della BMW M3 ha iniziato la sua stagione in modo veloce e impetuoso.

Quando la prima BMW M3 Cabrio fu messa in circolazione nell’estate del 1988, erano già state vendute oltre 10.000 versioni di berline anziché i 5.000 esemplari originariamente previsti.

Con 786 unità costruite, la BMW M3 Cabrio della prima generazione è stata la variante più esclusiva del modello.

Si tratta di un modello che è stato prodotto fino al 1991, in ultima analisi, con una potenza del motore che era stata aumentata a 158 kW/215 CV, rendendo la open-top a quattro posti uno dei veicoli più veloci del suo genere.

Seconda generazione

La seconda generazione della BMW M3 Cabrio seguì nel 1994 e offrì, oltre al puro understatement, anche un avanzato sistema di sicurezza.

Un propulsore dritto a sei cilindri da 210 kW/286 CV offriva un’esperienza di guida all’aria aperta straordinariamente rinfrescante.

Due anni più tardi, la versione ulteriormente sviluppata del motore a sei cilindri in linea consegnò una potenza che era stata aumentata fino a ben 236 kW/321 CV.

Sempre a bordo: l’innovativo sistema di protezione antiribaltamento della BMW M3 Cabriolet. Due barre di protezione, che si trovavano nella parte posteriore dietro i poggiatesta, si estendevano automaticamente se i sensori avevano rilevato il pericolo di un eventuale ribaltamento e, insieme al parabrezza estremamente rigido, offrivano una protezione ottimizzata per i passeggeri.

Terza generazione

La BMW M3 Cabrio entrò quindi nel XXI secolo con la terza generazione di modelli e un nuovo motore sei cilindri in linea.

La Convertible ad alte prestazioni lanciata nel 2001 è apparsa notevolmente piatta, ampia e potente ed è stata accelerata da un propulsore da 252 kW/343 CV.

Oltre al concetto di motore high-revving, questo modello era caratterizzato dal bloccaggio del differenziale M variabile, dai freni composti e dai sedili sportivi con cinture di sicurezza integrate.

Quarta generazione

Per il propulsore della quarta BMW M3 Cabrio lanciata nel 2008, gli ingegneri della BMW M GmbH hanno trasferito il concetto di high-revving a un motore V8.

Oltre a una potenza massima di 309 kW/420 CV, soprattutto, l’erogazione di potenza costante del nuovo motore si è rivelata la più impressionante.

Tutto ciò è stato completato dal suono inconfondibile del propulsore a otto cilindri, che era chiaramente percepibile, in particolare guidando con la capote abbassata.

La BMW M3 Cabrio della quarta generazione presentava un hardtop retrattile elettroidraulico.

La nuova costruzione del tetto ha permesso di migliorare ulteriormente non solo l’idoneità alla pista ma anche la sua idoneità per l’uso quotidiano, durante tutto l’anno.Trent'anni di BMW Cabrio meritano una nuova M4 Convertible

Quinta generazione

Il lancio della quinta generazione nel 2014 è stato anche associato a un cambiamento nel design: la M3 Cabriolet diventa M4 Cabriolet.

La potenza dell’attuale generazione è assicurata da un motore a sei cilindri con tecnologia M TwinPower Turbo e caratteristiche ad alto regime.

La sua spinta spontanea – disponibile fino all’elevato regime del motore – e il suo peso ridotto rispetto al modello precedente, è perfettamente integrata dalla trasmissione a doppia frizione M a 7 velocità opzionale con Drivelogic e il differenziale ActiveM.

Quindi, la BMW M4 Cabriolet offre i prerequisiti ideali per le massime prestazioni in pista e il massimo piacere di guida nelle condizioni urbane quotidiane.

About Diego Marino

GUARDA ANCHE

Volkswagen presenta in anteprima mondiale la Touareg 2018

Volkswagen presenta in anteprima mondiale la Touareg 2018

La Volkswagen sceglie la Cina per presentare in anteprima mondiale la Touareg in una versione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *