Home / FUTURO / Schneider Electric sposta la data (#MoveTheDate) dell’Earth Overshoot Day
Schneider Electric sposta la data (#MoveTheDate) dell'Earth Overshoot Day

Schneider Electric sposta la data (#MoveTheDate) dell’Earth Overshoot Day

Earth Overshoot Day: è il giorno di overshoot della Terra. E arriva sempre prima, ogni anno.

Ogni 365 giorni, ce n’è uno in meno per soddisfare il fabbisogno dell’umanità.

L’Earth Overshoot Day segna la data in cui tutti noi – al completo – abbiamo consumato più di quanto la natura del nostro pianeta potesse rinnovare in tutto l’anno.

Per il 2018, la data è scattata il 1° agosto. L’overshoot del 2017 è arrivato il 2.

Gli esperti dicono che, stando così le cose, avremmo bisogno di qualcosa come 1,7 pianeti, per non aver problemi.Schneider Electric sposta la data (#MoveTheDate) dell'Earth Overshoot Day

Oppure di invertire, intanto, la scadenza dell’overshoot. Facendola arrivare in anticipo.

Si calcola che, riuscendo ad anticiparla di cinque giorni all’anno, pareggeremmo i conti solo nel 2050.

Perciò, posto che un altro pianeta come il nostro non sembra ancora a potata di mano, urgono correttivi.

#MoveTheDate

L’umanità consuma sempre più rapidamente le risorse a sua disposizione.

Non soltanto cibo ma, fibre, legname, aria (capacità di assorbire l’anidride carbonica prodotta dall’utilizzo di carburanti fossili).

Intorno a questo fenomeno nasce l’iniziativa #movethedate, con l’obiettivo di spostare in avanti quanto più possibile la data dell’Overshoot Day.Schneider Electric sposta la data (#MoveTheDate) dell'Earth Overshoot Day

Si può fare partendo già da semplici gesti, come aumentare il consumo di vegetali e diminuire, invece, quello di proteine animali.

La svolta radicale arriva, però, ancora una volta e più di sempre, dall’evoluzione tecnologica.

Si tratta di riqualificare il mondo delle cose: edifici, industrie, infrastrutture data center, sistemi di produzione elettrica.

L’obiettivo di Schneider Electric: 21 giorni in più

Il colosso francese Schneider Electric, evoluto nella trasformazione digitale della gestione energetica e delle automazioni, ritiene che la situazione in cui ci troviamo sia reversibile.

La sua sfida è di contribuire al #movethedate con una soluzione radicale sull’efficenza energetica, senza rinunciare al business.

L’umanità dispone ormai dei mezzi più evoluti, per frenare gli effetti dell’attuale «eccessivo consumo di risorse».Schneider Electric sposta la data (#MoveTheDate) dell'Earth Overshoot Day

A patire dalle reti elettriche e dalle tecnologie per l’efficienza energetica attiva.

Tecnologie che, ci ricorda Schneider Electric, sono già disponibili sul mercato.

Se il 100% degli edifici – calcola l’azienda -, delle industrie e delle infrastrutture data center esistenti fossero dotati di tali sistemi evoluti, si potrebbe spostare la data dell’Earth Overshoot Day in avanti di almeno 21 giorni.

In questo caso, il sistema evoluto si chiama EcoStruxure, abilitato dall’intelligenza artificiale IoT.

COed energie da fonti rinnovabili

Si tratta, pure, di rendere più democratica la gestione dei consumi energetici.

La piattaforma EcoStruxure è, infatti, anche un’architettura, peraltro già disponibile, sottolinea l’azienda, «pronta all’uso, aperta e interoperabile».

Progettata con criteri ecologici e, dicevamo, abilitata dall’IoT, la piattaforma si candida ad abbattere tutti i valori negativi legati ai consumi energetici.

Xavier  Hourot, Senior Vice President Global Environment di Schneider Electric

Operare su un pianeta che ha risorse finite richiede creatività e innovazione.

Noi collaboriamo con i nostri clienti e con i nostri partner per sfruttare il potenziale che si nasconde nella scelta di riqualificare le infrastrutture esistenti.

Adottiamo modelli di economia circolare, e misuriamo l’impatto di queste scelte in termini di risparmio di risorse e riduzione delle emissioni di CO2.

Guardiamo al nostro percorso di crescita nell’ottica della necessità di vivere secondo i mezzi che il pianeta, l’unico che abbiamo, può offrirci.

«EcoStruxure di Schneider Electric – assicura l’azienda – è uno strumento per spostare in avanti la data».

Il “sistema” si può applicare in tutti i settori che consumano energia:  edifici residenziali e commerciali, industrie, data center infrastrutture.Schneider Electric sposta la data (#MoveTheDate) dell'Earth Overshoot Day

Come cambia il mondo delle cose

Il programma di Schneider arriva, allo stato, ad aumentare anche del 50% l’efficienza energetica.

La riduzione dei costi di consumo si abbatterebbe, in tal caso, del 30%.

Si pensi anche soltanto a un fabbricato condominiale, dotato di sensori e strumenti di misurazione connessi.

Tecnologie che migliorano l’efficienza dei sistemi di illuminazione, di riscaldamento, di condizionamento dell’aria.

Ciò che migliora è anche la sicurezza, insieme all’ottimizzazione dell’uso degli spazi interni.

I livelli di intervento

Connessi i “prodotti” (edifici, strutture, infrastrutture eccetera), occorre controllarli.

Un secondo livello di tecnologie dà agli utenti la possibilità di gestire i dati raccolti da tutti i prodotti IoT connessi.

Accedendo da remoto ai sistemi, è poi possibile ottimizzarli adottando un’automazione evoluta, per migliorare giorno per giorno il consumo di energia.Schneider Electric sposta la data (#MoveTheDate) dell'Earth Overshoot Day

Infine, da “cruscotti di controllo” interattivi, sarà possibile visualizzare report e ottenere informazioni.

Si potrà verificare il consumo energetico, individuare e diagnosticare guasti, analizzare le performance, monitorare tutti gli elementi del “sistema edificio”.

Sarà possibile, tra le altre cose, passare dalla tradizionale manutenzione “curativa” a una manutenzione di tipo preventivo.

About Diego Marino

GUARDA ANCHE

L'auto del futuro in un sogno tutto francese è la DS X E-TENSE 2035

L’auto del futuro in un sogno tutto francese è la DS X E-TENSE 2035

Come sarà l’auto del 2035? È la sfida – inedita – cui si è lanciato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *