Home / FUTURO / Robotica / Robotica educativa e IoT, Acer dona un kit al Pier Cironi di Prato
Robotica educativa e IoT, Acer dona un kit al Pier Cironi di Prato

Robotica educativa e IoT, Acer dona un kit al Pier Cironi di Prato

Acer dona alcuni kit Acer CloudProfessor completi di Kit Espansioni Gigo per un laboratorio di robotica educativa dell’Istituto Pier Cironi di Prato.

La donazione prevede una partnership educativa e formativa fra l’Istituto Pier Cironi e Acer, a implementazione della collaborazione avviata 2 anni fa grazie al supporto dell’azienda TT Tecnosistemi.Robotica educativa e IoT, Acer dona un kit al Pier Cironi di Prato

I kit Acer CloudProfessor consentiranno agli studenti di imparare a programmare e creare per l’IoT utilizzando dispositivi mobili.

I sistemi e servizi in dotazione

La dotazione include una combinazione di componenti hardware, software e servizi cloud. È il modo più semplice, per tutti coloro che non conoscono l’ecosistema IoT, per imparare cosa è il Cloud e come portare le proprie creazioni nel mondo.Robotica educativa e IoT, Acer dona un kit al Pier Cironi di Prato

Oltre al modulo CloudProfessor, il kit contiene una scheda di sviluppo Arduino Leonardo, una scheda di sviluppo LED101, un Arduino shield Seeed, due LED, due sensori (luce e temperatura) e un piccolo motore per consentire movimenti con progetti di robotica.Robotica educativa e IoT, Acer dona un kit al Pier Cironi di Prato

Questo kit consente l’accesso all’Acer BYOC, Build Your Own Cloud, un ecosistema realizzato con partner provenienti da diversi settori, dai chipset, ai sensori, al sistema operativo fino ai fornitori di applicazioni.Robotica educativa e IoT, Acer dona un kit al Pier Cironi di Prato

Questa connettività pre-configurata significa che gli utenti possono collegare e far funzionare 2 immediatamente i loro dispositivi e le creazioni.

È importante il fatto che ciò consente loro di collegarsi ed esplorare senza doversi preoccupare delle complessità della sicurezza, dell’accesso alle API e altre questioni tecnologiche che potrebbero distrarli dall’obiettivo principale: apprendere in modo divertente e coinvolgente.Robotica educativa e IoT, Acer dona un kit al Pier Cironi di Prato

Iniziare in mobilità

Per semplificare l’utilizzo del kit, CloudProfessor è stato progettato per funzionare su smartphone e tablet ed è compatibile con Android, Chrome OS e i dispositivi iOS.

Gli studenti imparano attraverso tutorial come lavorare con linguaggi di programmazione come JavaScript, Blockly e LiveCode per completare semplici scenari e trarre ispirazione per creare i propri progetti.

Eliminando la necessità di un computer, i moduli sono estremamente portatili e consentono di lavorare al progetto ogni qualvolta l’utente ne ha voglia: in aula o durante un viaggio, per esempio.

Insieme ad aziende come Gigo, Acer fornisce agli studenti il modo più semplice per entrare in contatto con l’Internet delle Cose.Robotica educativa e IoT, Acer dona un kit al Pier Cironi di Prato

Utilizzando CloudProfessor e l’hardware fornito come punto di partenza, il kit consente di iniziare con un pacchetto di otto applicazioni.

Per ogni espansione aggiuntiva, Acer offre codici di esempio utilizzabili per proseguire con il progetto iniziato.

I moduli

L’unità Acer CloudProfessor è un elegante scatola nera (108 x 44 x 13 mm e un peso inferiore ai 100 g) che si collega attraverso connessioni wireless 802.11a/b/g/n e Bluetooth 4.0 + HS.Robotica educativa e IoT, Acer dona un kit al Pier Cironi di Prato

Lo spazio di archiviazione viene fornito attraverso una memoria flash integrata da 16 GB e l’unità può leggere schede MicroSD fino a 128 GB di capacità.

Tutto il dispositivo sfrutta un processore Intel® Atom x5 Z8300 con chipset CherryTrail, un potente strumento che apre una vasta gamma di possibilità per l’esplorazione del mondo IoT.

About Diego Marino

GUARDA ANCHE

Lavoro, mobilità, vita: Volkswagen è sulla rete neurale del futuro

Lavoro, mobilità, vita: Volkswagen è sulla rete neurale del futuro

Come pensano le persone? Su che basi prendono decisioni? Come può l’intelligenza artificiale aiutarle in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *