Home / Notizie dalle Aziende / Riflessi apre le porte ai lavoranti disabili dell’Anffas di Ortona
Riflessi apre le porte ai lavoranti disabili dell'Anffas di Ortona

Riflessi apre le porte ai lavoranti disabili dell’Anffas di Ortona

Riflessi, storica azienda italiana del settore dell’arredo, di fronte a chi è meno fortunato non resta mai immobile.

Perciò quest’anno è al fianco della Onlus Anffas di Ortona, associazione che riunisce le famiglie di persone con disabilità che sono, da oltre 10 anni, impiegate nel proprio centro socio-occupazionale.Riflessi apre le porte ai lavoranti disabili dell'Anffas di Ortona

Viene insegnata loro l’arte di produrre la carta fatta a mano utilizzando tecniche e metodologie innovative.

Sempre a caccia di creatività

Riflessi crede e per questo valorizza l’espressione creativa ovunque essa si trovi, in quanto strumento più gratificante per l’essere umano.Riflessi apre le porte ai lavoranti disabili dell'Anffas di Ortona

L’azienda ha infatti affiancato il progetto Experimenta, finanziando la realizzazione di manufatti in carta di elevata qualità come partecipazioni, bomboniere solidali, lampade e altri oggetti di design.

Tutta una produzione immessa nel mercato e disponibile presso gli store monomarca del brand.Riflessi apre le porte ai lavoranti disabili dell'Anffas di Ortona

Luigi Fammiano, Ad di Riflessi

Abbiamo scelto di supportare il Laboratorio Experimenta per promuovere lo sviluppo del nostro territorio e per mostrare la nostra vicinanza alle sue attività, che ne valorizzano le capacità e il talento creativo del saper fare italiano.

Sosteniamo il modello lavorativo proposto nell’associazione che converte la disabilità in una risorsa conferendo a persone con disabilità intellettive e/o relazionali il ruolo di soggetti attivi.

Un’azienda filantropica

L’attenzione ai temi della cultura, dell’arte, del sociale e della solidarietà sono da sempre nel DNA di quest’azienda.Riflessi apre le porte ai lavoranti disabili dell'Anffas di Ortona

Già nel 2016 Riflessi ha riunito in un team 35 tra artisti, designer e fotografi per reinventare l’iconico specchio Farfalla.

I risultati dell’operazione poi sono stati venduti a un’asta benefica a Palazzo Serbelloni e il ricavato destinato a VIDAS, associazione che offre assistenza socio-sanitaria completa e gratuita ai malati terminali.

About Giuliano Cuccurullo

GUARDA ANCHE

Gucci ingaggia la leggendaria Tippi Hedren per la sua campagna

Gucci ingaggia la leggendaria Tippi Hedren per la sua campagna

La nuova campagna pubblicitaria per gli orologi e i gioielli Gucci è permeata da un’atmosfera …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *