Home / MODA / Abbigliamento e accessori / Abbigliamento e Accessori Donna / Moschino Donna P/E 2019: ora sì che Jeremy Scott fa la differenza
Moschino Donna P/E 2019: ora sì che Jeremy Scott fa la differenza

Moschino Donna P/E 2019: ora sì che Jeremy Scott fa la differenza

Ora sì che ragioniamo, Mr. Jeremy Scott! E di certo meriti tutti i nostri ringraziamenti, per la nuova vita della donna Moschino!

A vedere questa collezione, ti viene voglia di saltare sin da ora nel 2019 e, direttamente, nella più glamour delle Spring-Summer di questo tempo.

Ammettetelo tutte – insieme a me -, il direttore creativo dell’atelier Moschino ha tirato fuori una vera genialata.

Moschino primavera estate 2019

È il caso di dire che prendono vita i bozzetti. Dalla carta al tessuto è l’idea di semplicità – immediatezza – che governa questa collezione… iniziata ma non ancora terminata.

In che senso? Il nuovo concept Moschino è completo, come il fascino conferito all’intera collezione.

Ma, appunto, questo nuovo «racconto» di Jeremy Scott è anche «un work in Progress.

L’intuizione di trasferire sul corpo i tratti grafici dei disegni risponde a ogni possibile quesito di questo tempo.

Velocità? C’è. Eleganza? Manco a chiederlo! Novità, incanto, prestigio, glamour, sensualità, direzione, decisione, affermazione… ne vuoi ancora?

E quindi gioia, educata sfrontatezza, centralità dell’immagine nel flusso incessante del mutamento: il segno incorona e onora la donna Moschino.

Il segno che si fa materia

Il triangolo semiotico è pienamente soddisfatto.

Non c’è dubbio che questo capolavoro sia il frutto di un intenso lavoro, cui il direttore creativo della maison si è cimentato senza sconti.

Ma che bello, tutto! Gli abiti chemisier eleganti, il tailoring femminile stravolto, le bluse con fiocco sul collo e un arsenale completo di capi da giorno super-sexy e super-borghesi.

L’urgenza gestuale e i tratti colorati dei disegni di Scott sono interpretati in una palette cromatica in cui Sharpie incontra Stabilo Boss.

Perfino i collant sono contraddistinti dagli scarabocchi del designer.

Si capisce dove Scott immaginava un abito creato con un sofisticato tessuto a pois, o come un completo decorato con un fiocco dovesse essere modellato in una stoffa bouclé da “lady-pronta-per-il-lunch”.

E si spiega pure come la gonna o il trench antipioggia in PVC dovessero essere totalmente colorati.

Alcune decorazioni sono un po’ più compiute: la stampa Moschino con i cuori dévoré, i disegni di righe colorate, la resa approssimativa di una classica stampa di catene Moschino.

E che dire di quel bel motivo animalier che copre solo in parte la gonna del vestito che Scott stava finendo di colorare quando il gong d’inizio ha risuonato sulla passerella?

Presentare abiti-bozzetto è sufficiente? Nel caso in cui non lo fosse, Scott ha trasformato i rotoli di stoffa in abiti da sera incredibilmente audaci, portati sulla passerella con i tubi ancora attaccati.

Ci sono alcuni look in pizzo quasi ultimati, la cui incompiutezza è rivelata solo dalle pennellate sul tessuto.

In un momento di ispirazione, Scott ha trasfigurato le forbici da modellista – strumento solitamente usato per scolpire i tessuti della moda – in un favoloso look da sera.

Ha raccolto tutti gli aghi d’oro caduti sul pavimento dell’atelier per unirli in un abito sfavillante, completo di cappello a forma di ditale da sarta.

I manichini del suo studio sono stati presi separatamente e messi insieme come abiti da sera su misura, mentre la tuta-body è accessoriata con un meraviglioso metro da sartoria.

In passerella riappaiono gli scarabocchi di Scott, questa volta realizzati con ricami di perline e paillettes sulle classiche silhouette da sera.

E poi, ovviamente, il look finale: l’abito da sposa! Un’impalpabile gonna a palloncino sembra sorretta da un velo generoso che ti avvolge sino al capo come una madonna.

Le spalle dell’abito danno infine vita a una nuvola colorata di farfalle giganti che… sono «realtà o solo fantasia?».

About Alessandra Fumagalli

GUARDA ANCHE

Nel segno del Leone nasce Rory, la nuova capsule di Michael Kors

Nel segno del Leone nasce Rory, la nuova capsule di Michael Kors

Michael Kors celebra il segno zodiacale del Leone e gli dedica un’esclusiva capsule collection.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *