Le tre più importanti personalità della moda secondo il Time

Le tre più importanti personalità della moda secondo il Time

Come ogni anno anche quest’anno la rivista americana Time ha stilato la classifica delle 100 persone più importanti, ed influenti, nel mondo in generale.

Questa classifica tutti gli anni è destinata a lasciare un segno indelebile, in tutti i settori presi in considerazione: in cima alla classifica ci sono celebrità e volti noti che nel proprio settore, dallo sport all’intrattenimento, ma anche designer molto influenti attualmente e molti altri.

I criteri di scelta per quest’anno sono stati differenti: i membri della community Time 100 sono stati invitati a parlare, durante un summit organizzato nella città cosmopolita di New York City.

All’evento erano presenti diversi esponenti del mondo della politica, degli affari e tra di essi il CEO di Apple, Tim Cook ma anche artisti, scienziati, attivisti ed attori famosi.

Tutti questi personaggi avevano uno scopo comune, ovvero quello di selezionare le personalità più influenti del 2019, così che tale scelta sia una sorta di specchio del pensiero comune nel mondo.

Proprio prendendo in considerazione questa visione non potevano non essere nominati alcuni dei volti più importanti nel settore della moda attuale: facciamo riferimento a Clare Waight Keller, Pierpaolo Piccioli ed infine a Pat McGrath.

Clare Waight Keller è la direttrice artistica di Givenchy, nominata dall’attrice Julianne Moore: coltiva la sua passione per la moda sin da piccola, complice l’incoraggiamento avuto dalla famiglia.

Laureatasi al Royal College of Art, apprendendo nozioni di fashion business, si distingue nel corso degli anni per il suo stile femminile e ricercato: ne è un classico esempio l’abito da sposa realizzato per Meghan Markle in occasione del suo matrimonio con il principe Henry.

Il TIME ha dichiarato: «Siamo attratti dal lavoro di Clare perché non progetta dall’esterno, progetta dall’interno».

Pierpaolo Piccioli, orgoglio italiano, è stato nominato da Frances McDormand, e si distingue nel suo settore non solo per la sua bravura ma anche per la sua tendenza all’incoraggiamento dell’inclusione sociale e solidale.

Egli infatti è solito onorare gli artigiani del suo atelier, oltre a condividere con questi ultimi un pasto in seguito agli eventi couture, che non è una cosa che fanno tutti gli stilisti.

Beverly Johnson è la prima modella afroamericana apparsa sulle copertine di Vogue: è lei a nominare Pat McGrath ovvero la make-up artist che ha fatto capire al mondo quanto il colore della pelle non conti quando si parla di bellezza.

Maria Cirillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *