domenica , 24 settembre 2017
Home / MOTORI / Auto / Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017
Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Era attesa da giorni, d’altronde annunciata a più lanci. Oggi è il giorno dell’anteprima mondiale. Nuova Audi A8 presenta il futuro del segmento di lusso.

Giunta alla quarta generazione, l’ammiraglia del marchio conferma ancora una volta di essere il paradigma della filosofia «All’avanguardia della tecnica».

La nuova Audi A8 si presenta con un nuovo linguaggio stilistico, un innovativo concept di comando touch e l’elettrificazione della trazione.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

È inoltre la prima auto di serie al mondo a essere stata sviluppata per la guida altamente automatizzata.

A partire dal 2018, Audi introdurrà nei modelli di serie funzioni di guida autonoma come il Park Pilot, il Garage Pilot e il Traffic Jam Pilot.

Il nuovo stile di casa Audi

Il look esterno della Audi A8 rappresenta il punto iniziale della nuova identità stilistica del marchio.  La nuova vettura mantiene la promessa fatta con lo studio di design Audi prologue.

Il frontale a sviluppo verticale con l’ampia griglia single frame e la muscolosa carrozzeria dalle linee sinuose esprimono eleganza sportiva, alta qualità ed evoluzione.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

La berlina di lusso è imponente sia nella versione normale lunga 5,17 metri, sia nella versione A8 L con passo più lungo di 13 centimetri.

Le proporzioni equilibrate sono enfatizzate da tutti e quattro i cerchi. I muscoli sopra i passaruota danno forma alla trazione quattro.

Lateralmente, il frontale verticale combinato al posteriore leggermente inclinato creano un’evidente tensione. L’ammiraglia non nasconde i propri punti di forza, alla luce del giorno come di notte.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Tutto questo grazie sia agli accattivanti proiettori a Led Audi Matrix HD con luce laser Audi, sia alla fascia luminosa a Led in combinazione con i gruppi ottici posteriori con tecnologia Oled.

Le luci accolgono e salutano il conducente con animazioni luminose esclusive.

Lounge di lusso

Ottenere un grande lussuoso spazio disponibile a bordo è ciò che ha ispirato i designer della nuova A8 che ci ricorda in questo senso una sontuosa e ampia lounge.

Rispetto al modello precedente, la vettura è cresciuta notevolmente in lunghezza in entrambe le varianti di carrozzeria.

L’offerta di equipaggiamenti e materiali è varia e denota un’altissima qualità di lavorazione artigianale in ogni dettaglio.

Una perizia di lavorazioni riscontrabile dai rivestimenti dei sedili traforati fino alle bocchette dell’aria che si aprono e si chiudono elettricamente.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Il posto più lussuoso a bordo della nuova ammiraglia Audi è il sedile posteriore destro: una poltrona che può essere dotata, a richiesta, di funzione relax.

Qui il passeggero può farsi riscaldare e massaggiare, con varie intensità, le piante dei piedi attraverso comandi inseriti nello schienale del sedile anteriore.

I nuovi appoggiatesta comfort completano un’esperienza unica. I passeggeri posteriori possono inoltre gestire numerose funzioni in totale autonomia.

È possibile fare telefonate private. Il Rear Seat Remote con display Oled vanta le stesse dimensioni di uno smartphone ed è sistemato nel bracciolo centrale, da cui può essere estratto.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017Basta un dito

Nell’innovativa soluzione di comando, Audi trasferisce la sua elevata competenza nell’era digitale. Il sistema non ha bisogno di manopola a pressione/rotazione e del touchpad utilizzati in precedenza.

La plancia è in gran parte priva di tasti e interruttori. Il cuore è rappresentato da un display touch da 10,1 pollici che, quando è spento, diventa invisibile grazie al black panel.

L’interfaccia utente compare non appena l’auto viene aperta. Sull’ampio display, il conducente può comandare con le dita il sistema infotainment.

Tramite un secondo display touch sulla consolle del tunnel centrale, il conducente ha accesso alla climatizzazione, alle funzioni comfort e alla operazione di immissione di testi.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

In questo caso, può appoggiare comodamente il polso sull’ampia leva del cambio tiptronic e, per esempio, salvare una destinazione di navigazione nella massima praticità.

Se il conducente attiva una funzione nel display in alto o in basso, sente o percepisce un clic come conferma. I tasti di comando (glassdesign) reagiscono allo stesso modo.

Con la combinazione di feedback acustico e tattile e l’utilizzo dei comuni gesti utilizzati sui touchscreen, si può comandare il nuovo MMI touch response in maniera sicura, intuitiva e veloce.

Interlocutore intelligente

A8 è inoltre un interlocutore “intelligente”. Grazie al nuovo comando vocale con voce naturale, il conducente può attivare una serie di funzioni dell’auto.

Le informazioni su destinazioni e media sono presenti onboard o arrivano dal cloud a velocità LTE. La ricca offerta di Audi connect comprende le informazioni su segnaletica stradale e posibili pericoli, come gli innovativi servizi Car-to-X, che sfruttano l’intelligenza collettiva della flotta Audi.

Un’altra novità è rappresentata dalla navigazione ottimizzata, che vanta una funzione di autoapprendimento, nello specifico sulla base dei percorsi già intrapresi.

In questo modo, il conducente riceve proposte di ricerca intelligenti. La mappa integra inoltre modelli tridimensionali molto dettagliati delle metropoli europee per una visualizzazione estremamente realistica.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

La centrale di comando di tutte queste funzioni è rappresentata dalla piattaforma modulare di infotainment nella sua versione più recente, il MIB 2+.

Il sistema integra l’ultimo processore K1 prodotto dal partner Audi Nvidia. Un secondo chip K1 crea la grafica su Audi virtual cockpit, che offre una risoluzione Full HD pari a 1.920 x 720 pixel per la strumentazione.

I sistemi del suono

Il Bang & Olufsen Advanced Sound System regala poi una nuova esperienza acustica nello spazio della vettura.

Il dispositivo porta per la prima volta lo straordinario suono tridimensionale con i suoi toni alti anche sui sedili posteriori.

La musica si diffonde come in una sala da concerto. Alla base di tutto c’è un algoritmo sviluppato da Audi insieme al Fraunhofer-Institut.

A bordo di A8, anche la telefonia raggiunge un nuovo livello grazie ad Audi Phone Box con Voice over Lte. Questo vale sia per il comando, sia per la qualità del suono e della connessione.

Anteprima mondiale

Nuova A8 è la prima auto di serie al mondo a essere sviluppata appositamente per la guida altamente automatizzata, presentata in anteprima mondiale all’Audi Summit di Barcellona.

Così Audi AI Traffic Jam Pilot si occupa della guida su autostrade e strade statali (dove sono presenti barriere che separano i due sensi di marcia) con traffico congestionato fino a una velocità di 60 km/h. Per attivare il sistema è sufficiente premere il tasto AI sulla consolle centrale.

Il Traffic Jam Pilot gestisce partenza, accelerazioni, sterzate e frenate. Il conducente non deve più controllare in modo permanente l’auto.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Anzi, può togliere a lungo le mani dal volante e, a seconda delle disposizioni nazionali in vigore, dedicarsi a un’attività supportata dall’auto (per esempio, seguire la TV onboard).

Non appena il sistema raggiunge i propri limiti, il conducente viene invitato a riprendere il controllo diretto dell’auto.

Rivoluzione tecnica

Dal punto di vista tecnico, il Traffic Jam Pilot rappresenta una vera e propria rivoluzione. Durante la guida autonoma, per la prima volta una centralina dei sistemi di assistenza alla guida centrale (zFAS) valuta l’ambiente circostante coordinando i dati provenienti dai sensori.

Oltre ai sensori radar, a una telecamera anteriore e ai sensori a ultrasuoni, Audi utilizza allo scopo anche uno scanner laser (una novità tra le Case automobilistiche).

L’introduzione di Audi AI Traffic Jam Pilot richiede a ogni mercato non solo chiarezza sulle condizioni generali di legge, ma anche un’applicazione nazionale e il collaudo del sistema.

Inoltre occorre rispettare procedure di omologazione che cambiano nei diversi Paesi rispettando le normative dei singoi mercati. Per questi motivi, Audi introdurrà gradualmente nella serie il Traffic Jam Pilot per la nuova A8.

Audi AI Remote Park Pilot e Audi AI Remote Garage Pilot guidano autonomamente A8 in uno spazio di parcheggio o in un garage o al di fuori degli stessi sotto il controllo del conducente.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Il conducente non deve necessariamente sedere in auto. Avvia il sistema tramite lo smartphone con la nuova app myAudi.

Per controllare il processo di parcheggio, tiene costantemente premuto il pulsante Audi AI e osserva sul display un’immagine live delle telecamere perimetrali dell’auto.

Alla fine della manovra, il sistema innesta in automatico il rapporto P del cambio tiptronic, disattivando motore e accensione.

Sospensioni

Grazie a una serie di innovazioni, l’assetto di A8 riscrive i limiti della fisica che un’auto può raggiungere.

Basti pensare allo sterzo dinamico sulle quattro ruote, che coniuga una guida sportiva con una straordinaria stabilità.

La demoltiplicazione all’assale anteriore varia a seconda della velocità. Le ruote posteriori sterzano di alcuni gradi nella stessa direzione o in direzione opposta a seconda della velocità.

La maneggevolezza risulta ancora più dinamica e precisa con il differenziale sportivo, che distribuisce attivamente la coppia tra le ruote posteriori, andando così a integrare la trazione integrale permanente quattro (di serie in nuova A8).

Le sospensioni Audi AI, la seconda innovazione tecnologica, è un sistema di sospensioni attive. A seconda delle richieste del conducente e della situazione di guida, il sistema è in grado di alzare o abbassare ogni ruota separatamente tramite attuatori elettrici.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Grazie a questa flessibilità, le caratteristiche di marcia risultano molto varie. Si passa così dall’elevato comfort di una classica berlina di lusso al dinamismo di un’auto sportiva.

In combinazione con pre sense 360°, l’auto si solleva nel giro di pochi secondi in caso di collisione imminente, riducendo così il rischio di possibili conseguenze per gli occupanti.

Questo innovativo sistema ricava l’energia necessaria da una rete di bordo a 48 volt, che a bordo di A8 viene utilizzata per la prima volta come rete di bordo principale in tutte le varianti di modello.

In combinazione con le sospensioni pneumatiche ulteriormente ottimizzate per A8, l’innovativa soluzione per l’assetto assicura un’esperienza di guida del tutto nuova.

Mild-hybrid ed e-tron: i motori

Nuova A8 debutta sul mercato tedesco con due motori turbo V6 ulteriormente ottimizzati: un 3.0 TDI e un 3.0 TFSI.

La versione Diesel eroga una potenza di 210 kW (286 Cv), mentre la motorizzazione benzina ha una potenza di 250 kW (340 Cv).

Seguiranno due varianti a otto cilindri: un 4.0 TDI da 320 kW (435 Cv) e un 4.0 TFSI da 338 kW (460 Cv).

L’esclusiva motorizzazione top di gamma è il W12 da 6,0 litri (vetture non ancora disponibili per la vendita, non ancora omologate e pertanto non sottoposte alla direttiva 1999/94/CE).

Tutti e cinque i propulsori comprendono un alternatore-starter azionato a cinghia (RSG), che costituisce il cuore della rete di bordo a 48 volt.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Trazioni

Questa tecnologia mild-hybrid (MHEV, mildhybrid electric vehicle) consente la marcia per inerzia con il motore disinserito, accompagnata da un dolce processo di riavvio.

Il sistema MHEV dispone inoltre di una funzione start/stop ampliata e di un’elevata capacità di recupero dell’energia (fino a 12 kW).

Nel complesso, queste misure riducono ulteriormente i consumi dei propulsori, già di per sé efficienti, fino a un massimo di 0,7 litri ogni 100 chilometri nella marcia in condizioni reali.

In un secondo momento seguirà A8 L e-tron quattro (anche in tal caso, vettura non ancora in vendita, né omologata) con una potente propulsione ibrida plug-in.

Il 3.0 TFSI e il potente motore elettrico sviluppano una potenza di sistema di 330 kW (449 CV) e una coppia di sistema pari a 700 Nm.Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

La batteria agli ioni di litio accumula corrente per circa 50 chilometri di marcia elettrica pura. A richiesta, la vettura può essere caricata tramite Audi Wireless Charging.

Una piastra al pavimento nel garage di casa trasmette in modo induttivo una potenza di 3,6 kW a una bobina ricevente nell’auto.

Nuova Audi A8 e A8 L verranno prodotte nel centro di Neckarsulm e debutteranno sul mercato italiano a fine autunno 2017.

About Diego Marino

GUARDA ANCHE

Nuova Ford EcoSport, l'evoluzione del Suv compatto

Nuova Ford EcoSport, l’evoluzione del Suv compatto

Ford presenta la nuova generazione di EcoSport, il SUV compatto, dinamico e sportivo dell’Ovale Blu, in un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *