Home / Notizie dalle Aziende / Google mette il “pedigree” ai due nuovi nati di casa HMD Global
Google mette il "pedigree" ai due nuovi nati di casa HMD Global

Google mette il “pedigree” ai due nuovi nati di casa HMD Global

Salgono a sei i dispositivi a marchio Nokia che ottengono la certificazione di sicurezza Google.

I due nuovi arrivati, Nokia 5.1 e Nokia 3.1, entrano nel programma Android Enterprise Recommended.

HMD Global, titolare del brand Nokia, ha progettato i due nuovi device pensando alla sicurezza delle aziende.

“Testati” dal programma Android Enterprise Recommended, ideato da Google, i dispositivi hanno superato tutte le “prove”.Google mette il "pedigree" ai due nuovi nati di casa HMD Global

Sono risultati, infatti, idonei a soddisfare le caratteristiche di business e le specifiche hardware e software, necessarie per garantire l’elevato livello di sicurezza richiesto dal programma.

Rigida selezione

Sono estremamente rigorose le procedure di test per ottenere la certificazione Android Enterprise Recommended.

Uno smartphone di questo tipo, secondo Google, garantisce il massimo dell’efficienza anche nelle situazioni di business più avverse.

Le aziende e i professionisti devono poter contare, insomma, su un sistema operativo affidabile, sicuro, duttile.Google mette il "pedigree" ai due nuovi nati di casa HMD Global

Così piace a Google

Il sistema operativo Android One, installato sui due nuovi Nokia, funziona. E bene.

È libero da «inutili app preinstallate» e da «ingombranti e invasive» modifiche all’interfaccia grafica.

Gli update di sicurezza sono mensili e sono programmati per un periodo di tre anni.

Ciò permette di avere tra le mani uno smartphone sempre protetto.Google mette il "pedigree" ai due nuovi nati di casa HMD Global

Si tratta di dispositivi in grado di respingere qualsiasi tipologia di minaccia o di attacco informatico: anche i più recenti e, perciò, ancora più pericolosi.

Sicurezza e praticità

Garantire la sicurezza in ambito business era la priorità, per i nuovi Nokia.

Questo, tuttavia, non significa sacrificare la tipica flessibilità d’uso del mondo Android.

Andoid One, infatti, garantisce la piena compatibilità alle API Android e, quindi, alle soluzioni di Mobility Management (EMM).

Le EMM permettono di realizzare facilmente una flotta aziendale di smartphone Nokia, risparmiando tempo e denaro nella loro integrazione.

About Diego Marino

GUARDA ANCHE

Il CIAI celebra mezzo secolo di aiuti a un milione di persone nel mondo

Il CIAI celebra mezzo secolo di aiuti a un milione di persone nel mondo

In occasione del 50° anniversario della sua costituzione, il CIAI, Centro Italiano Aiuti all’Infanzia, ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *