giovedì , 17 agosto 2017
Home / MOTORI / Auto / Ford mette su strada la supercar GT che ha vinto a Le Mans
Ford mette su strada la supercar GT che ha vinto a Le Mans

Ford mette su strada la supercar GT che ha vinto a Le Mans

La Ford GT trasferisce su strada le incredibili emozioni della supercar nella sua declinazione racing: già vincitrice a Le Mans il mese scorso.

Grazie alla presenza di oltre 50 sensori, quest’auto è in grado di monitorare le prestazioni e il comportamento del veicolo, l’ambiente esterno e i comandi del driver.

L’intelligenza di un jet F-35

Sono sensori di ultima generazione, in grado di gestire in tempo reale ogni parametro: dalla posizione di pedali, volante e spoiler posteriore, all’umidità dell’aria, fino al livello d’insolazione.

Vengono acquisiti 100 GB di dati all’ora (equivalente al download di circa 25.000 canzoni) che, a loro volta, vengono elaborati da oltre 25 moduli elettronici integrati.

Ciò avviene tramite un software costituito da un codice di 10 milioni di righe: superiori a quelle di un jet da combattimento Lockheed Martin F-35 Lightning II.

Tali moduli elettronici possono analizzare 300 MB di dati al secondo, volume paragonabile al download di un episodio da un’ora della nostra serie preferita.Ford mette su strada la supercar GT che ha vinto a Le Mans

Dave Pericak, Global Director Ford Performance

I sofisticati sistemi di calcolo integrati a bordo della Ford GT, si evolvono di pari passo con l’architettura automobilistica della supercar, al fine di migliorarne le prestazioni e offrire una sempre maggiore versatilità e flessibilità.

Attraverso un monitoraggio costante dei comandi, del carico e delle condizioni di guida, abbiamo modellato il profilo della supercar ottimizzandone le reazioni, riuscendo a fare in modo che la Ford GT garantisse la medesima reattività e stabilità sia ai 300 km/h sia ai 30 km/h.

L’IoT Automotive

Molti dei sensori e dei moduli elettronici implementati a bordo della Ford GT, consentono di mettere in relazione costante, tra loro, diverse informazioni.

Lo scopo è quello di ottimizzare le prestazioni della supercar in qualsiasi scenario (Ford GT 5 Drive Modes).

Così il sistema mette in comunicazione tra loro i dati relativi al motore, ai controlli di stabilità, alle sospensioni attive, di derivazione F1, e ai sistemi di aerodinamica attiva con i parametri del selettore delle modalità di guida.

Altri sensori sono, invece, dedicati ad assicurare il massimo del comfort e della comodità, sia in pista sia su strada.

Ciò per garantire la regolare funzionalità del sistema di connettività e comandi vocali avanzati SYNC 3 di Ford e del controllo automatico del climatizzatore.Ford mette su strada la supercar GT che ha vinto a Le Mans

Seduta fissa

Un’ulteriore soluzione innovativa, sviluppata per offrire ai piloti al volante della Ford GT un’esperienza di guida alla velocità estrema di 347 km/h, include la posizione di seduta fissa.

Infatti, la base della seduta del conducente è stata assicurata nella posizione che ha permesso agli ingegneri del Team Ford Performance di modellare il telaio in fibra di carbonio con la più bassa sezione frontale possibile, al fine di ottimizzare al massimo le prestazioni aerodinamiche.

Invece di spostare il sedile in avanti o indietro, i driver possono regolare la posizione della pedaliera e del volante multi-control per allinearsi rispetto alla posizione statica del sedile.

Edizione limitata

Saranno soltanto 1.000, nei prossimi 4 anni, i fortunati clienti a vivere il sogno di guidare la versione stradale della supercar, e potranno farlo senza rinunciare ai comfort tipici delle Family Car di Ford.

I porta tazza a scomparsa sono tra gli accorgimenti che distinguono la versione stradale della Ford GT dalla sua declinazione racing.

Realizzati in alluminio, per diminuirne al massimo il peso, i supporti porta tazza sono celati all’interno della consolle centrale.Ford mette su strada la supercar GT che ha vinto a Le Mans

Un vano dedicato allo stivaggio interno, è, invece, situato sotto il sedile del conducente, mentre ulteriori spazi porta oggetti si trovano allocati nella parte posteriore dei sedili.

La Ford GT dispone, inoltre, del sistema di rifornimento senza tappo Easy Fuel dell’Ovale Blu, di serie su molti modelli della gamma Ford.

La tecnologia è stata progettata per facilitare l’attività di rifornimento di carburante e per prevenire il malfunzionamento del motore EcoBoost V6 da 3.5 litri con una potenza di 647 HP, valore equivalente a 656 cavalli.

About Diego Marino

GUARDA ANCHE

Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Il futuro di Audi si chiama A8. Debutto italiano in autunno 2017

Era attesa da giorni, d’altronde annunciata a più lanci. Oggi è il giorno dell’anteprima mondiale. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *