Home / LIFESTYLE / Casa e Giardino / Arredamento / Design e Arte sempre più simili, nella collezione Riflessi Art
Design e Arte sempre più simili, nella collezione Riflessi Art

Design e Arte sempre più simili, nella collezione Riflessi Art

Equilibrio tra forma e funzionalità, tra bellezza e utilizzo. Il passato, riflesso nel futuro. Design e arte, sempre più sinonimi. Riflessi Art è il progetto di Riflessi, che unisce e fabbrica.

È chiara la volontà dell’azienda di avvicinarsi all’arte, sia sostenendo le sue manifestazioni sia realizzando prodotti che abbraccino sempre di più quel mondo.

L’impegno del brand è testimoniato dalla sua presenza in diverse iniziative internazionali, oltre che nella progettazione e realizzazione delle sue collezioni.

Riflessi ha infatti scelto di essere main sponsor di Painting After Postmodernism|Belgium Italy USA.

Si tratta di un’importante mostra internazionale, curata della celebre storica dell’arte Barbara Rose, esposta nella splendida cornice della Reggia di Caserta (visitabile fino al 12 giugno 2018).

Riflessi Art

Sperimentazione, artigianalità e personalizzazione sono le parole chiave dei nuovi prodotti firmati Riflessi.

Sono nati con l’intento dichiarato di fondere qualità, attenzione al dettaglio e creatività. Il risultato ambìto è di dare personalità all’ambiente, convertire gli spazi in una mostra d’arte privata.

Artigianalità dei materiali

Riflessi svela le potenzialità espressive dei material con la resina epossidica, top fra i polimeri termoindurenti con reazione a freddo.

È una resina che, solidificandosi, dà origine ad uno strato vetrificato lucido dall’altissimo impatto estetico.

Le soluzioni creative che questo formulato può assumere sono infinite. Ciò vuol dire che ogni prodotto può essere reso unico, ognuno diverso dall’altro.Design e Arte sempre più simili, nella collezione Riflessi Art

Questa pregiata finitura è destinata a impreziosire i piani dei tavoli, come quello del sempre attuale Shangai, il cui incrocio delle gambe accompagna l’azienda fin dagli anni ’80.

Ma è solo l’esempio di un’applicazione che va a sposarsi anche con un pezzo come la madia Essenzia, dandole un tocco pop.Design e Arte sempre più simili, nella collezione Riflessi Art

Citare il Novecento

Pop è anche la matrice della madia Century, originale versione della madia Segno, che ha un chiaro riferimento al Novecento intriso di pensosa ironia.

La superficie di Century è completamente rivestita dalla serigrafia in bianco e nero delle prime pagine dei quotidiani con i titoli degli accadimenti dei primi anni del nuovo millennio.

Messaggio positivo

Il particolare effetto dato dal lettering è il motivo grafico della nuova madia Ama, nata dalla creatività dalla designer Silvia Maralino.

Il suo obiettivo è quello di esprimere un messaggio positivo, visibile ad una lettura attenta, che non si sofferma solo all’elegante texture (decorativa e personalizzabile in qualsiasi colore).

Tra le estensioni di gamma protagonista è la nuova finitura ottone di Cubric, la madia dalle ante e dai fianchi in acciaio modellati come la superficie sfaccettata di un diamante.

Un piccolo bistrot in casa

Ad abbracciare a pieno la filosofia che si avvicina sempre più all’arte ci sono i nuovi colori pastello del piano in vetro del tavolo Pegaso.

La stessa finitura è disponibile, da oggi, anche in versione consolle e coffee table, che diventano il punto di forza del progetto.

Lo stile eclettico che donano questi colori ha il sapore del piccolo bistrot, rendendo il prodotto perfetto per gli spazi pubblici e il settore del contract.

Specchiarsi bene

La sperimentazione creativa è ciò che ha dato vita agli specchi Andromeda e Antares e alle nuove ante della madia Picasso.

Tramite il riscaldamento del cristallo a elevate temperature, giocando con la malleabilità, la duttilità e la fusibilità di questo materiale, Riflessi plasma forme sinuose ed intriganti.

Apprezzabili ancor di più grazie alle ampie dimensioni.

George Bernard Show diceva che «si usano gli specchi per guardarsi il viso, e si usa l’arte per guardarsi l’anima».

Ma cosa succede se sono gli specchi stessi ad essere delle opere d’arte?

I tre nuovi specchi

La risposta la danno Diamante, Sirmione e Pandora, i tre nuovi specchi firmati Riflessi.

Diamante, sagomato e bisellato dalla forma ottagonale, accosta le sue superfici inclinate in un audace schema libero che riflette la luce da ogni angolazione essa provenga.Design e Arte sempre più simili, nella collezione Riflessi Art

Sirmione è una composizione che nasce dalla sovrapposizione di due specchi dalla forma irregolare dalla dimensione e dalle finiture differenti, che insieme formano un disegno intrigante che ricorda le profondità di un lago.

Pandora è invece uno specchio dalla forma poligonale come lo è il satellite e l’orbita che disegna attorno a Saturno, disponibile anche in finitura bronzo.

Consolle, il pezzo prezioso in più

Il mondo delle consolle, particolarmente caro a Riflessi, si arricchisce di Cross, la consolle dall’elegante silhouette in legno massello, impreziosita dal top in ceramica o cristallo.

Fiat lux

Ll’enorme successo ottenuto dalle lampade Bubble, Esagono e Dodo, ha fatto decidere l’azienda di ufficializzare il suo ingresso nel mondo dell’illuminazione presentando tre nuove collezioni.

Led Loop è una lampada che si caratterizza per il suo raffinato minimalismo, fatto di preziose sagome circolari.

La resa è ancora più funzionale grazie all’utilizzo di lampade a led che garantiscono prestazioni elevate, unite a un notevole risparmio di energia.Design e Arte sempre più simili, nella collezione Riflessi Art

Meridian è un modello di lampada che presenta una pulizia formale, fatta di sfere, punti e linee che si combinano in un oggetto che si distingue per il suo particolare valore artistico.

Con Shangai, il brand rende onore alla sua celebre omonima collezione, rievocandone i tratti iconici.

I tre tubolari metallici che la compongono e che ricordano i bastoncini disposti a ventaglio del famoso gioco che porta lo stesso nome, sono impreziositi da pregiate finiture come l’oro rosa, l’oro satinato e la grafite che donano alle lampade uno stile e una versatilità senza eguali.

About Diego Marino

GUARDA ANCHE

Agronomist, la collezione Natuzzi che si trasforma per la città di Batman

Agronomist, la collezione Natuzzi che si trasforma per la città di Batman

Agronomist by Natuzzi & Marcel Wanders è una collezione nata dal genio creativo del designer …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *